Antonio Cornacchia | Studio creativo
musei civici monza 03

 

Nel 2014 ho vinto la gara per la progettazione dell'immagine coordinata dei Musei Civici di Monza, in particolare della nuova sede dell'ex Casa degli umiliati. Un'apertura attesa da decenni nel capoluogo brianteo che lì ha potuto finalmente esporre buona parte delle collezioni civiche, ricche di importanti opere pittoriche e plastiche.

Il complesso e articolatissimo progetto mi ha visto creare innanzitutto un logo che ha avuto e continua ad avere grande riscontro. Attorno ad esso si è sviluppata tutta la grafica interna ed esterna al complesso museale.

 

prove logo

 

 

musei civici monza logo

 

Al segno gestuale della M ho affiancato un lettering modulare che prevede l'applicazione in futuro per nuove sedi, l'intenzione del committente era infatti quella di creare un sistema museale cittadino.

La progettazione della segnaletica interna è stata particolarmente stimolante perché la grande quantità di pezzi esposti in spazi oggettivamente limitati ha significato ottimizzare gli ingombri senza sacrificare la leggibilità delle informazioni, dal colophon della struttura alle didascalie delle opere.

 

I pannelli all'ingresso del Museo

 

Alcune delle didascalie delle opere

 

musei civici monza 05

 

In vista dell'inaugurazione è stata programmata anche una importante e articolata campagna pubblicitaria. A cominciare dalle maxi-affissioni con diversi soggetti che hanno animato le vie cittadine, in alcuni casi creando una divertente interazione visiva.

 

musei civici monza 6x3 3 street

 

 

I totem allestiti per le vie di Monza

 

Sono stati prodotti filmati pubblicati sui canali social del Comune per mostrare le opere e l'allestimento. Con il titolo ArriviaMo (dove la M veniva sostituita dal logo del Museo), uno in particolare ha visto protagonisti i numerosi volontari preparati ad accogliere i visitatori.

 

 

 

 

Altro capitolo importante dell'articolato progetto è quello dedicato agli stampati: brochure, cartoline, biglietti, segnalibro...

 

 

 

Dopo l'apertura, nel Museo è stata avviata anche una rassegna di mostre temporanee. La mia consulenza è durata un paio di anni, durante i quali ho curato la grafica di alcune di queste esposizioni. Come quella del decano degli artisti monzesi Luigi Stradella — di cui ho anche scattato il ritratto — e di altri importanti autori della scena artistica italiana.

 

Manifesto 70x100 Stradella

 

 

 

Terminata la collaborazione, resta comunque la guida all'applicazione dell'immagine coordinata. Un manuale dettagliato che spero possa aiutare il Museo a mantenere la coerenza di comunicazione prima ancora che grafica. 

 

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.